Archivi categoria: Ambiente Senato

Rapporto ONU conferma emergenza. Su ambiente non arretriamo: È opportunità.

Il MoVimento 5 Stelle è da sempre impegnato a realizzare una visione diversa del futuro, legata ad un progresso sostenibile che sappia coniugare modernità e rispetto per l’ambiente. Il MoVimento, come ricordato anche ieri dal vicepremier Luigi Di Maio, su questi valori non passerà mai la mano.

Grazie anche all’impegno e all’esperienza del ministro Costa, ci siamo fatti promotori di diverse iniziative volte a salvaguardare l’ecosistema, una su tutte il piano contro il dissesto idrogeologico o, ancora, i provvedimenti per salvare i nostri mari che a breve verranno discussi in Senato. Con coraggio abbiamo fermato lo sfregio del territorio dicendo no alle trivellazioni e messo sul tavolo un Piano per ridurre le emissioni e riconvertire il Paese verso le energie pulite. Ma molto c’è ancora da fare, a causa del disinteresse della vecchia politica.

Abbiamo pronte nei due rami del Parlamento proposte per la salvaguardia delle risorse idriche e del suolo. Iniziative chiare e concrete per rispondere alle richieste delle comunità locali che, con determinazione, quotidianamente ci chiedono azioni per lo sviluppo del territorio in linea con la salvaguardia della salute e del benessere dell’habitat naturale, garantendo a tutti progresso, benessere diffuso e crescita dell’occupazione.

L’auspicio e il desiderio è che, di fronte a questi temi e a tali urgenze, il Parlamento si presenti unito, condividendo l’urgenza e la responsabilità di creare un futuro migliore per noi stessi e le prossime generazioni .

.

Comunicato su ASI: http://agenziastampaitalia.it/politica/politica-nazionale/46421-clima-m5s-rapporto-onu-conferma-emergenza-su-ambiente-non-arretriamo-e-opportunita

Contrasto all’inquinamento da nitrati

Intesa raggiunta ieri in Commissione Ambiente (riunita congiuntamente con quella Agricoltura del Senato) per contrastare l’inquinamento da nitrati e che impegnerà, grazie ad una risoluzione votata all’unanimità, il Governo in 8 punti.

Un altro risultato conseguito nel percorso iniziato ad inizio di questa legislatura dal Movimento 5 Stelle a sostegno della “green-economy” per la rinascita della competitività del nostro sistema industriale e la salute dei cittadini.

Prossima tappa quella di “decarbonizzare” e “defossilizzare” la produzione industriale, promuovendo finalmente un vero modello di economia circolare a vantaggio della popolazione.

Fonte: https://agenparl.eu/ambiente-labbate-m5s-inquinamento-nitrati-soddisfazione-per-il-voto-raggiunto-in-senato/

Ministro Costa: operazioni anti bracconaggio

Avanti con le operazioni anti bracconaggio.

“Il bracconaggio ha uno scopo assurdo, quello di alimentare il commercio clandestino di specie protette. Si perché pensate: i prezzi vanno dai 30€ per un cardellino fino 500€ per una ghiandaia marina. A volte si arriva a prezzi incredibili, come per esempio un barbagianni che può costare anche 1500€” Ha dichiarato il Ministro Costa sulla sua pagina Facebook che ha aggiunto

“In attuazione del Piano nazionale per la tutela dell’avifauna redatto dal Ministero dell’Ambiente, i Carabinieri Forestali in collaborazione con la LIPU e Ornis Italica con la campagna “ALI AZZURRE 2” hanno smascherato enormi quantità di attività illecite di bracconaggio.

70 esemplari VIVI di avifauna selvatica sono stati sequestrati, fra cui ghiandaie marine, barbagianni, gheppi, assioli, passeri solitari, cardellini, usignoli, codirossi, tutti appartenenti a specie protette. Inoltre sono state sequestrate 600 anelli di marcaggio, utili per far diventare tutto questo da illegale a legale.

La bella notizia è che di questi 70 uccelli 37 esemplari sono stati rimessi già in libertà, mentre i rimanenti sono stati affidati al Centro di recupero di fauna selvatica della LIPU di Roma.

Vi assicuro che, fino a quando ci sarò io al comando di questo dicastero, si metteranno in campo tutte le manovre possibili per tutelare gli animali spesso indifesi ma che costituiscono la bellezza e la biodiversità di questo meraviglioso Paese”

Soddisfatta la Senatrice Patty L’Abbate, capogruppo M5S nella commissione Ambiente a palazzo Madama, che ha ringraziato il lavoro svolto dai Carabinieri Forestali di LIPU e Ornis Italica “grazie alla quale azione è stato possibile portare a termine queste importanti operazioni di salvaguardia del territorio della fauna, sempre più minacciata dai comportamenti illeciti che vanno contrastati con ogni mezzo. Ringrazio inoltre il Ministro Costa perché grazie alla politica incisiva del suo dicastero sta mantenendo alta l’attenzione su un tema che riguarda tutti”

Nomina presidenze Ente parco

Esperienza, merito e professionalità: sono stati questi i tratti distintivi tenuti in considerazione, ieri dalla Commissione Ambiente del Senato di cui faccio parte, impegnata nella nomina delle presidenze dell’Ente Parco Nazionale del Gargano – individuato nel docente di Politica economica all’Università di Foggia Pasquale Pazienza – e per quella dell’Ente Parco Nazionale dell’Alta Murgia – la cui scelta è caduta sul presidente regionale di Legambiente Francesco Tarantini.
La votazione si è conclusa con 17 voti favorevoli e un solo voto contrario, a dimostrazione della
larga condivisione della scelta operata dal Ministro Sergio Costa che ha indicato i due nomi.
Sono stata davvero felice di aver contribuito alle due designazioni coordinando i lavori della Commissione Ambiente, incardinando i due provvedimenti ed esprimendo il mio parere in qualità di relatrice prima del voto finale. La scelta di Pazienza e Tarantini sono la dimostrazione che merito e competenza sono caratteristiche indispensabili per la buona gestione del patrimonio ambientale, storico, artistico e culturale delle comunità locali. Il cambiamento continua e non finisce qui!

DDL Educazione civica – finalmente l’attenzione all’ambiente entra nelle scuole

Dal 2020 in tutte le scuole italiane l’educazione ambientale, lo sviluppo ecosostenibile e la tutela dell’ambiente, delle identità, delle produzioni e delle eccellenze territoriali e agroalimentari saranno materie di insegnamento in tutti i gradi di istruzione, sin dalla scuola dell’infanzia.

Oggi in Senato uno dei miei sogni inizia a materializzarsi, educare alla cura del nostro ambiente: la nostra casa comune.

PLASTIC FREE, L’ABBATE (M5S): DATI MINISTERO DELL’AMBIENTE FARO DI SPERANZA, AVANTI COSI’

Roma, 31 lug 2019 – “100 mila bottigliette di plastica in meno in un anno sono numeri importanti se sottolineano il fatto che sono dati relativi solo al Ministero dell’Ambiente. Il Ministro Costa e il suo dicastero hanno svolto e stanno facendo un grandissimo lavoro di contrasto alle plastiche monouso e i numeri parlano chiaro. Un lavoro contagioso, una best practice, che si sta allargando in tutto il Paese, da nord a sud, da Milano a Roma fino ad arrivare a Bari. Questo vuol dire che si sta andando nella giusta direzione. Ora tocca alla Salvamare che proprio oggi ha avuto il suo primo ok in commissione ambiente alla Camera. Non era mai stato fatto tanto per la tutela dell’Ambiente. Numeri e fatti dimostrano che il trend si può invertire solo se si mettono in atto le politiche giuste”.

Consiglio Europeo 20-21 Giugno 2019. Di cosa si parlerà?

Dell’ Agenda Strategica 2019-2024, se ne discuterà nel consiglio Europeo del 20-21 giugno 2019.

L’Agenda strategica è utilizzata per pianificare il lavoro del Consiglio europeo e come base dei programmi di lavoro delle altre istituzioni dell’UE.

Continua a leggere

Economia circolare: serve un nuovo approccio sistemico

Venerdì 1 Marzo a Roma è stato presentato il primo Rapporto nazionale sull’Economia circolare in Italia realizzato dal Circular Economy Network, una rete promossa dalla Fondazione per lo sviluppo sostenibile e 13 aziende e associazioni di impresa e da Enea, con lo scopo quello di far dialogare politica e imprese, individuando le opportunità che ci sono: un business che tutela l’ambiente. Dal rapporto è emerso che l’Italia è leader in Economia circolare, siamo, infatti, al primo posto nelle classifiche europee, con 103 come indice complessivo di circolarità, ovvero il valore attribuito secondo il grado di uso efficiente delle risorse, utilizzo di materie prime seconde e innovazione nelle categorie produzione, consumo e gestione rifiuti. Facciamo meglio di Regno Unito (90 punti), Germania (88), Francia (87), Spagna (81).

Continua a leggere