Articolo in evidenza

Sinodo dell’Amazzonia L’ecologia integrale e il riconoscimento del ruolo delle donne. Schierarsi nella difesa del territorio e dei diritti umani.

Quest’anno ho partecipato come delegata del Ministro Sergio Costa al pre-sinodo per l’Amazzonia, una conferenza sulle voci dell’Amazzonia, un evento che si è tenuto presso l’Università Pontificia Antonianum a Roma. Il giorno seguente si sono aperti i lavori per il sinodo speciale sull’Amazzonia, che si è concluso con una serie di proposte. L’ essere Chiesa in Amazzonia  richiede di schierarsi  nella difesa del territorio e dei diritti umani e sono necessarie e urgenti una serie di azioni per salvare l’Amazzonia e allo stesso tempo tutelare la rete della vita sul nostro pianeta.

 Ecco alcune delle conclusioni, azioni da mettere in campo al più presto:

 Denunciare i modelli estrattivisti che danneggiano il territorio e violano i diritti delle comunità. Promuovere alleanze per combattere la deforestazione e promuovere il rimboschimento.

 Allearsi ai movimenti sociali di base, per un programma di giustizia agraria che promuova una profonda riforma agraria, sostenendo l’ agricoltura biologica e agroforestale.

 Assumere la causa dell’ agroecologia incorporandola ai loro processi formativi per una maggiore consapevolezza delle stesse popolazioni indigene

 Promuovere la formazione, la difesa e l’ esecutività dei diritti umani dei popoli dell’Amazzonia, di altre popolazioni e della natura. Difendere le minoranze e i più vulnerabili.

 Ascoltare il grido della “Madre Terra” attaccata e gravemente ferita dal modello economico di sviluppo predatorio ed ecocida. un modello che uccide e saccheggia, distrugge e sgombra, allontana e scarta, pensato e imposto dall’ esterno e al servizio di potenti interessi esterni.

Promuovere la dignità e l’uguaglianza della donna nella sfera pubblica, privata ed ecclesiale, assicurando canali di partecipazione, combattendo la violenza fisica, domestica e psicologica, il femminicidio, l’ aborto, lo sfruttamento sessuale e la tratta, impegnandosi a lottare per garantire i suoi diritti e per superare ogni tipo di stereotipo.

 Promuovere una nuova coscienza ecologica, che ci porti a cambiare le nostre abitudini di consumo, a promuovere l’uso di energie rinnovabili, evitando materiali nocivi e attuando altri percorsi di azione secondo l’Enciclica Laudato si’ .

Creare reti di collaborazione negli spazi di impatto regionale, globale e internazionale, in cui la Chiesa partecipi organicamente affinché i popoli stessi possano presentare le loro denunce di violazione dei loro diritti umani”.

Misure urgenti per la tutela del lavoro e la risoluzione di crisi aziendali – intervento in Senato

Condivido il mio intervento di oggi in aula sul Decreto legge 2019, n. 101 contenente “Misure urgenti per la tutela del lavoro e la risoluzione di crisi aziendali”

Pensiamo che in politica non basta essere bravi amministratori ma bisogna avere una visione, e la nostra visione è vita e lavoro e non morte e lavoro! Il Green New Deal parte da qui, questo è il percorso per ottenere un cambio di paradigma culturale necessario se vogliamo costruire la rete della vita per le generazioni presenti e future.

La senatrice L’Abbate alle conferenze pre-sinodo Amazzonia e interparlamentare a Helsinki

Fonte: https://www.brindisicronaca.it/2019/10/03/la-senatrice-labbate-alle-conferenze-pre-sinodo-amazzonia-e-interparlamentare-a-helsinki/

“Il 4 ottobre compie dieci anni il MoVimento 5 Stelle e da allora di strada ne abbiamo fatta tanta. Il mio modo per celebrare questo momento è portare avanti il mio impegno nei confronti delle battaglie che, io e il MoVimento, abbiamo sposato. Come quella a favore dell’ambiente e della salute del nostro pianeta e di tutti i suoi abitanti e, in primis, contro il cambiamento climatico” così annuncia i suoi prossimi, serrati, impegni la senatrice ecologista Patty L’Abbate.

Il 5 ottobre parteciperà come delegata per il Ministero dell’Ambiente alla conferenza “Voci dall’Amazzonia: terra, popoli e religioni” e il 6 e 7 ottobre prossimi sarà a Helsinki per la conferenza interparlamentare sul cambiamento climatico, organizzata dal Parlamento finlandese.

“Saranno importantissimi momenti di stimolo per conversazioni, riflessioni e idee. Il confronto fra popoli e culture differenti è fondamentale per pianificare strategie comuni di salvaguardia del nostro pianeta, a ogni latitudine” ha commentato la senatrice pugliese.

Il convegno sull’Amazzonia, il 5 ottobre, si terrà un giorno prima dell’inizio del sinodo tematico dei vescovi in Vaticano che si aprirà il 6 ottobre.

“Sono molto fiera e orgogliosa di poter rappresentare il Governo a questo importante appuntamento grazie alla delega che mi ha affidato il Ministro all’Ambiente Sergio Costa: sarà un momento incredibilmente proficuo per approfondire e sviscerare le problematiche legate al cambiamento climatico con i vescovi e i rappresentati delle popolazioni dell’Amazzonia. Questa conferenza è un’opportunità per discutere del sinodo con i padri sinodali e i leader indigeni un giorno prima dell’inizio” ha spiegato L’Abbate.

La conferenza prevede infatti, tra gli altri, la partecipazione di Mons. Miguel Cabrejos, Patricia Gualinga, Leader Sarayaku, Ecuador.

“Il 6 e 7 ottobre prossimi, invece, sarà a Helsinki per la conferenza interparlamentare sul cambiamento climatico, organizzata dal Parlamento finlandese nell’ambito della dimensione parlamentare del proprio Semestre di Presidenza del Consiglio dell’Unione europea” ha annunciato ancora la senatrice, capogruppo per il MoVimento della Commissione permanente territorio, ambiente e beni ambientali.

I lavori della conferenza interparlamentare saranno articolati in due sessioni: “Strategie per un futuro a basse emissioni di carbonio – la necessità di accelerare le riduzioni delle emissioni di C02 entro il 2030; “Una finanza per il clima”.

“Si tratta di un tema fonte di grande preoccupazione tra i cittadini europei. I mutamenti già in atto nel clima del nostro pianeta stanno ridisegnando il mondo amplificando i rischi di instabilità. La tendenza al riscaldamento del pianeta è chiara e impone azioni tempestive e drastiche. Non c’è più alcun momento da perdere” ha concluso la senatrice.

VOUCHER PER CONSULENZA IN INNOVAZIONE PER LE IMPRESE

☑️ Il MISE ha stanziato 50 milioni di euro per sostenere i processi di trasformazione tecnologica e digitale delle PMI e delle reti d’impresa

Dal 7 novembre le imprese e le reti d’impresa potranno avviare la compilazione della domanda per richiedere il Voucher per l’Innovation manager.

La misura ha l’obiettivo di sostenere i processi di trasformazione tecnologica e digitale delle PMI e delle reti d’impresa, presenti su tutto il territorio nazionale.

L’iter di presentazione delle domande prevede le seguenti fasi:

✔️ verifica preliminare del possesso dei requisiti di accesso alla procedura informatica, a partire dalle ore 10:00 del 31 ottobre 2019

✔️ compilazione della domanda di accesso alle agevolazioni, a partire dalle ore 10.00 del 7 novembre 2019 e fino alle ore 17.00 del 26 novembre 2019

✔️ invio della domanda di accesso alle agevolazioni, a partire dalle ore 10.00 del 3 dicembre 2019.

☑️ Per ulteriori informazioni:
https://www.mise.gov.it/…/2040238-innovation-manager-dal-7-…

Politica, religione e società verso la sostenibilità

Dal Green new deal alla Chiesa Cattolica allo sciopero per il clima: tutti guardano all’Amazzonia

Intervista alla senatrice Patty L’Abbate di Agnese Cecchini (E7)

Specchiarsi in un polmone verde come l’Amazzonia per ritrovare l’indirizzo politico e sociale delle Nazioni. Un’estate calda non solo per le temperature climatiche, ma anche e soprattutto per il panorama politico nazionale e internazionale.

L’Amazzonia ha bruciato. A macchia di leopardo lungo tutto il polmone verde si sono aperti incendi che sono stati il 75% in più rispetto l’anno scorso.
Un problema internazionale che ha messo d’accordo diverse voci. Una denuncia che ha visto agire i vescovi dell’area amazzonica, accompagnati fino alle più alte cariche della Chiesa, i politici e il movimento sociale che ha sfociato nel Climate Strike, organizzato in conclusione della

Scarica l’articolo completo in PDF – clicca qui

Clima, un bene comune da tutelare assieme

Pubblicato su: http://www.rinnovabili.it/ambiente/clima-bene-comune-tutelare-assieme/

Il Summit mondiale sul clima a New York, ha preso atto di come il cambiamento climatico sia un dossier non più rinviabile, ha stabilito che, entro il 2050, i 66 Paesi del mondo firmatari dell’accordo dovranno raggiungere le zero emissioni. Questo primo risultato del summit lascia ben sperare, specie se messo in relazione con un risveglio delle coscienze collettive (e le manifestazioni a sostegno dell’ecosistema di venerdì scorso celebrate in oltre 180 piazze italiane ne rappresentano una testimonianza concreta).

Continua a leggere

Conferenza stampa di presentazione del libro: “PERCHÉ L’AMAZZONIA CI SALVERÀ” di Giuseppe Buffon

L’evento

Si è svolta ieri, nella prestigiosa cornice della Sala dei Presidenti di Palazzo Giustiniani presso il Senato della Repubblica la conferenza stampa di presentazione del libro: “PERCHÉ L’AMAZZONIA CI SALVERÀ” di Giuseppe Buffon. Madrina dell’iniziativa la Senatrice Patty L’Abbate, capogruppo M5S della 13ª Commissione permanente (Territorio, ambiente, beni ambientali) e della Commissione parlamentare per l’indirizzo generale e la vigilanza dei servizi radiotelevisivi. Oltre che impegnata nell’attività politica, la senatrice L’Abbate è anche Dottore di ricerca in economia e gestione delle risorse naturali.

Continua a leggere

Accoglienza a rifiuti zero & Turismo sostenibile

Oggi ho partecipato al convegno “Accoglienza a rifiuti zero & Turismo sostenibile”, organizzato dai colleghi Senatori Sergio Puglia e Luisa Angrisani, in collaborazione con l’associazione Impatto ecosostenibile.

Il turismo deve essere visto come un generatore di cultura e coesione. Per fare ciò bisogna fare rete e partire dalle comunità locali per poi giungere alle istituzioni centrali, favorendo incontri tra cultura e università, professionisti e aziende.

Continua a leggere